sabato, febbraio 23, 2002

è strana la situazione attuale... i livelli ed i contrasti sono aumentati, e si allontanano fra loro come le coccinelle di Einstein.
La vecchia generazione (anni 50-60), ha costruito, costruito, costruito in buona fede, ignari del marcio che si annidava dietro quel gesto... hanno creato il terreno adatto per coltivare la fiducia nelle istituzioni... per la felicità di potenti di vario stampo. e ancora si fidano! dopo mani pulite, dopo il primo berlusconi, dopo genova, penso solo ad una parola: corruzione.
non-credo, non-senso, un cavallo morto corre con la testa mozzata... dove? dove non so... avanti, forse. tanto ci fidiamo no?
il male, tutti sanno da chi è rappresentato... l'hanno detto alla TV! e tutti concordano... guai a pensare diversamente... sei sotto controllo! perchè nessuno deve avere dubbi e nessuno deve chiedersi cos'è giusto e sbagliato...altrimenti, un giro nella macchina strizzafegato di C.Bukowsky ed è fatta... ecco che ne esce un Uomo con la maiuscola.
Siamo in treno io e Zebra, stiamo arrivando alla stazione... ma il treno non accenna a rallentare; gli altri passeggeri non se ne curano... cominciamo ad agitarci, manca poco al binario morto - lo si vede dal finestrino - ai vicini di posto chiedemmo qualcosa riguardo al macchinista... si limitarono a darci un'occhiata, lessi nei loro occhi una punta di disprezzo mista a compassione... poi lo schianto... poi più nulla. tanto ci fidiamo no?
Il giorno ventuno febbraio a mezzanotte e mezza quasi è nato mio nipote Andres.
Mi è sembrato ovvio stare con mia sorella tutto il tempo, sia durante il travaglio che in sala parto.
Per lei è stata dura ma io mi sforzavo di non cedere e di fare tutto quello che mi era possibile per alleviare il dolore!
E poi l'ho visto nascere...
pezzo di carne che si stacca dal corpo umano, essere che comincia a precipitare e venire risucchiato verso il centro della terra dopo aver galleggiato nell' incoscienza del liquido amniotico...
è stata un'esperienza unica assistere ad una nascita, che mi sembra un grande mistero ( come la morte).
Un avvenimento che comunque è fatto di sangue, merda, sudore, che fa ritornare per un momento all'animalità intrinseca dell'uomo.

Paura: secondo me è una grande ipocrisia avere paura; io lo trovo uno sgarbo verso chi è sotto le bombe veramente o rischia giorno per giorno di saltare in aria quando prende l'autobus. Forse un po' di paura la si può avere del sottile lavaggio di cervello ( sul lavoro, attraverso i mezzi di informazione...) che la società mette in atto su di noi; quindi,e già lo sappiamo, " su con le orecchie" !

Vi saluto perchè per tre settimane sarò a Dublino!

venerdì, febbraio 22, 2002

panorama interessante:
il vento ha spazzato via tutto, si vede anche l'orizzonte
indymedia è stata perquisita o meglio le presunte sedi italiane di indymedia sono state messe a soqquadro per cercare documenti (video) sulle azioni violente della polizia a genova; indymedia è una rete libera di informazione fatta da tutti, si vuole soffocarla, credo sia molto grave, in concomitanza con altre cose che stanno capitando qui nel nostro paese a livello alto, ma anche basso: in una settimana sono state trovate alcune microspie in provincia di teramo e a cagliari... clima totalitario, quasi...
gaza è stata quasi rasa al suolo
la paura risale, ma la paura di cosa, mi chiedo? una paura illusoria, politica, voluta...
è un post serio, perchè per certi aspetti c'è da stare svegli, attenti, a ciò che capita in giro, in parte è il nostro futuro, quello costruito, l'altra parte del futuro possiamo ancora crearcelo noi.
ho parecchio sonno, al momento, la sera precedente lascia sempre effetti posteriori, ma è stata una bella serata, molto semplice, come del resto buona parte delle cose che faccio in questo periodo, per cui poca attività, tipo letture, scritture... solo musica, amore, uscite la sera. ed in questo panorama suona un po' paradossale... il mondo che ci circonda non va un granche, ma almeno il nostro cerchiamo di farlo andare, per quello che è, quello che ci piace, ed in questo ora so quello che mi piace. probabile colonna sonora: daniele brusaschetto: schiavo / macy gray: sweet day
comunque have a nice day!

martedì, febbraio 19, 2002

e che dire ?
sono meno assiduo a scrivere qui sopra, do + spazio agli altri e faccio si che i posts rimangano a video il + tempo possibile (prima che vengano inglobati nell'archivio: in basso a destra)... attendo e leggo cosa è la mini, ora... questo, questa pagina, queste persone, queste parole, questi noi e questi voi, che leggete.

qualche settimana fa scrivevo di leggo (quotidiano gratuito): ogni mattina quando passo davanti alla stazione vedo sempre + gente con una copia in mano e cavolo è sempre peggio... è come leggere un'anunncio pubblicitario applicato a novella2000... è questa l'informazione? purtroppo si, anzi questa è propria la vetrina dell'informazione, come la televisione... per fortuna non c'è solo questo... in questi giorni sto scoprendo inventati.org e autistici.org oltre ovviamente al già conosciuto indymedia... ed allora vedo che c'è ancora voglia di ESSERE in questo mondo... andatevi a leggere il "manifesto" del progetto inventati/autistici, a me ha messo voglia di riprendere il moto, di nuovo... ho ancora da conoscere, vedere...

si sono sciolti i massimo volume, è ufficiale... uhm... mi dispiace, avrei voluto vederli ancora una volta suonare... li ho visti tante volte, la prima li avevo anche intervistati per non ce n'è #2, epoca 1995, e giusto ieri sera ho finito di leggere il primo libro di emidio clementi, ove tra i racconti si celano parecchi loro testi...

una cosa strana: ieri sera ero su internet: volevo andare sul sito di blogger: allora digito www.blogger.com e mi compare un weblog di un ragazzo americano ? www.eddieclarkle.com mistero ?

ho visto il nuovo film di lynch: mullholland drive: tanti perchè, tanta suspence, tante belle scene, ma... la trama non c'è o per lo meno, quel minimo, ad un certo punto esplode... ha incollato alle poltrone tutto il pubblico in sala (e mi è piaciuto osservare la gente attorno a me con gli occhi presi dallo schermo) per tutto il film, poi la gente si è alzata perplessa... voleva capire... non so se ha capito e non lo so neanche io, ma va bene così, lo rivedrei, non per capirci di +, però... la colonna sonora è di angelo badalmenti (twin peaks).

venerdì, febbraio 15, 2002

Mestre? dove esattamente? avevo sentito parlare di un rave da queste parti (abito tra PD e VE)... ma non avevo preso molto in considerazione la cosa anzi, da due settimane evito qualsiasi folla... chissà perchè... ultimamente ho avuto modo d'osservare un comportamento molto diffuso: l'emulazione.
chi di voi non ha mai detto o sentito per strada, nei bar all'angolo delle stazioni, nell'ambiente scolastico o di lavoro, l'ormai iper celebre parola/frase: "buonaaseeeeeeeraa......", oggi l'ho persino letta in uno di quei cartelloni scherzosi... quelli delle lauree, pare che il laureando, abusasse parecchio del termine...
uno spot pubblicitario azzeccato, è entrato nella vita di ogni giorno, ha vinto le barriere psicologiche... e fa ridere, emulare quella particolare scenetta... rispondere alla battuta, significa far parte del gruppo, esserne complici... stessa situazione con le vecchie pubblicità della Levi's e tantissime altre che ora sono cadute nell'oblio, ma furono famose, famosissime per qualche giorno...
Andy Warhol aveva visto giusto...
solo a casa gli scrosci di pioggia fuori poca luce di color arancio
un bel bagno caldo e riordinare la stanza prima della partenza.
è come con questo clima sia più facile pensare all correlazioni: immaginare quante persone stanno provando le stesse cose in contemporanea.

[vorrei agganciarmi anche al discorso di linda ma il treno parte alle 14.18....uccc....vvvvvvvvvia!]
ho un sonno paura! arrivo sull'editor del blog e ritrovo linda... è venerdì, sono ad ivrea, ad un corso, fuori piove, qualche centinaio di metri in su, nevica. sto bene, questo lo so, me ne sono reso conto, ho solo sonno. sto scaricando mp3, da epitonic.com, cercavo erase errata e le ho trovate ! spero di trovare groove amrada | my friend e sarò + contento... farò weekend riposante credo... ho da aggiornare anche il sito, in + ho sempre + voglia di viaggiare... un pensiero va al tragico romantico e al goti che sono in partenza... il prox sabato vo' a milano per vedere i couch, al conchetta |cox 18| dove non sono mai stato. ho il nuovo disco dei 90 day men |to everybody| l'ho attendevo... è diverso dall'altro, c'è un piano in primo piano, la chitarra è molto dietro... uhm... devo capirlo... il tempo prevedeva neve, anche in pianura, per ora solo pioggia, che come sempre pulisce... ieri sera l'ho quasi gustata camminando per strada per poi dopo riscaldarmi col the... e non solo... oltre agli mp3 ho anche sfruttato la velocità di internet qui al corso per vedere siti personali ed ho scoperto che il mondo blogger sta dilagando... domani vado a vendermi un po' di cd che non ascolto + da secoli, ho intenzione di comparmi mark eitzel aphex twin notwist. taglierò i capelli, farò pulizia in casa. la lezione ricomincia: protocollo applicativo per e-business

giovedì, febbraio 14, 2002

manco da molto tempo lo so, ma il blog mi sbatte fuori di continuo.
RIEPILOGO DELLE PUNTATE PRECEDENTI:
buona azione post natalizia: il recupero di due abeti di natale due che qualche cafone, ignorante, insensibile aveva pensato bene di destinare al cassonetto.mi sono girati pesantemente i coglioni e per due giorni ho caricato in macchina gli alberi; poi ho piantato l'abete che mi sembrava messo meglio e l'ho battezzato pinelli.purtroppo però sia pinelli che il suo compare (che è in vaso) sono in agonia...pazienza, casomai li userò per legna!
giorno nove febbraio, rave a mestre.non storcete il naso prego, ho frequentato assiduamente i rave nel 95-96 ed ora mi sa che riprenderò perchè colgo qualcosa in questi eventi....ci vado da sola ed incontro delle persone che conosco per via di una chat tekno, nessuno di loro mi delude tranne una stupidella, con lo sguardo vuoto.ci sono anche due nanette di 15 e 16 anni, romane, lobotomizzate, che si rianimano solo dopo aver tirato le loro brave righettine....mi viene da ridere a pensare che quando ho cominciato ad andare ai rave loro avevano 10 anni...per fortuna mentre cerco(senza successo) di comunicare con le due piccole zombies, conosco uno delle mie parti(sterzing/vipiteno in alto adige).Dice che da poco ha cambiato vita: prima era nell'esercito e poi nella legione straniera, solo che dopo il rwanda non ce l'ha fatta più ed ha smollato. preferisco stare con lui e i suoi compari, frikkettoni marci, perlomeno hanno un pò di sostanza ed in più mi piace incontrare gente vissuta, anche se tormentata, che si annida nei rave.
la notte è piccola...in un attimo è mattino nebbioso su mestre e decidiamo con alcune ragazze di tornare alla stazione dei treni, mentre il rave proseguirà fino a martedì.sono satura di decibel(anche se il volume, devo dire, non era eccessivo) e soddisfatta della capatina appena compiuta, a parte chi era andato lì solo per moda, o i lobotomizzati, che spedirei a pedate a pulire cessi(odio?) e certi momenti della musica troppo jungle o gabber!
That's all folks!

sabato, febbraio 09, 2002

dovrei smontare un mobile, invece son qui, ancora a modificare l'aspetto di sto coso...
nel frattempo: ricomparirà qui linda, che continua a venire sbattuta fuori dal blog, senza motivo.. la sua presenza è saggezza, mi insegna davvero molte cose...
appena aggiornato il blog di tiffany breakfast, giovane girl padovana, "recensisce" la mini 4... mi fa piacere che le parole scritte comincino a muoversi...
attuale colonna sonora: zero7, groove armada (my friend / see you baby), lo lite (stasera vado a vederli dal vivo), cornelius.

venerdì, febbraio 08, 2002

il lavoro rende liberi !
e vai così... è l'unica cosa certa di questo tempo ? [interrogativo a voi lettori]

sto cercando il testo del rifacimento in italiano della canzone: painted black (rolling stones) della caterina caselli, mi aiutate ? [aiuto da voi lettori]

in questi giorni è arrivata una bella spazzolata di pioggia e neve ed ha fatto bene alla città... via un po' di sporcizia e vai col rivedere i monti, finalmente bianchi... ieri, durante la pausa pranzo ne ho approfittato per fare un giro attorno al fiume po, zona murazzi, avete presente ? quel luogo dove miriadi di folle gggiovani si muovono senza un senso nelle nottate + calde... in questo periodo è il vuoto... era un panorama davvero bello: la neve ancora sulla collina che sovrasta il fiume, il sole a capolinea, i dehors dei locali chiusi, ed il tipico ciclista con cane che passava... in +: sul po, esiste un servizio di navigazione turistica lungo parte del tratto torinese... ieri, uno dei 2 battelli era fuor d'acqua, caricato su un camion per esser portato via, credo definitivamente (sostituzione ?), era valentina, quasi storica imbarcazione che ha ambientato il fiume per parecchi anni... ho seguito il suo abbandono del fiume verso la strada... ha fermato il traffico, dava l'impressione che il traffico fosse in saluto verso questa parte di città... immagini un po' diverse dei murazzi del po... il giorno prima ero lì con la neve che copriva tutto, la sera prima ancora, ero lì a passeggiare, guardando l'assenza della gente (insolita), eravamo solo in due, ed era piacevole per una volta avere quel posto... la cosa / sensazione si è ripetuta anche per valentina... [diario dell'editore]

chiudo il mio odierno ancora con qualcosa fatto ier sera:
ho assistito alle prove di un gruppo, in cantina, i jun, un trio, mi è piaciuto, seppur è ancora lontano il tempo in cui usciranno sulla strada...
uh... quasi dimenticavo... ho visto i cousteau dal vivo, è stato un caso, non mi ricordavo della data, passando davanti al locale ci abbiamo pensato su e così un tranquillo ma affolato concerto, rilassante e sorri dente. [commento dell'editore]

ora prenderei un po' di sonno, ma non posso, questa vita va vissuta, con coscienza e senza troppa noia... è questa la mia/tua vita. [status dell'editore]

lunedì, febbraio 04, 2002

cari minati... rieccomi qua... ho preso tempo per scrivere qualcosa di nuovo... per non postare 2 parole in croce per n° volte...
come vedete, ci sono delle modifiche in corso sull'aspetto del blog.
la mini #4 la trovate da questa settimana, anche da Vero Vinile dischi, a Torino (via principe tommaso 49) e a Milano, da Riot records (viale monza 26).
C'è intensa attività...
la mattina andando al lavoro, passo davanti la stazione dei treni... dove da qualche tempo (ed in parecchie città) viene distribuito gratuitamente un quotidiano: Leggo, avete presente ? è da leggere... solo una volta... è orripilante ! non è informazione, è pura demagogia... pensate che quasi tutti coloro che passano per una stazione ferroviaria ne prendano lettura... per molti è diventato il proprio modo di informarsi su quello che succede... cazzo! i mass media, o cos'altro stanno raggiungendo l'apice della demagogia...
tanto per la cronaca: esistono altri quotidiani gratuiti di bassa lega, in giro per la penisola, se vi va... recensiteli o fatemi sapere cosa ne pensate...
Cambiamo aria... da qualche tempo sto seguendo, le partite di calcetto di una squadra amatoriale, principalmente per amicizia di alcuni giocanti; ho cominciato ad osservare gli allenatori durante le partite: che personaggi! seppur a livello amatoriale sono proprio dei personaggi... da come si vestono a come seguono la partita e come giostrano il gioco... non sono un' appassionato assiduo di calcio... ma gli allenatori, anche a grande livello, mi appassionano... le espressioni, i gesti, i modi di comunicare coi giocatori... continuerò la mia osservazione su questo mondo...
Amaro Ramazzotti: sabato scorso sono stato a milano per spese e giretti... per la prima volta da tanto tempo ho avuto una buona impressione sulla città... la grande città... non caotica, al mio vedere... forse sbaglio. è stato un pomeriggio di spese... ho recuperato qualche disco interessante: un mini, senza copertina, ma solo un'adesivo: 2 remixes by AFX... sostanzialmente un nuovo dischetto di quel pazzoide di Richard D James, alias Aphex Twin o alias tante altre cose... mi piace, è il suo stile,nulla di nuovo, mette parecchio mistero, questa assoluta nullità di note e grafica... solo un numero di telefono (inglese), un codice a barre...
ho recuperato anche 5 anni sulla strada, doppia compilazione per il compleanno di Riot Records... l'italia che suona, hc e punkrock, il miglio spaccato di quello che c'è oggi... poi un singolo di Zero7, e il primo singolo dei Miele che cercavo da un po'... l'altro acquisto è stato la lomo supersampler... macchina fotografica o quasi, a vederla sembra un giocattolo, + o - lo è... ha una magica funzione di fare sulla stessa foto 4 passaggi a breve distanza (da 0,2 a 2 secondi) tramite 4 obbiettivi, ciò vuol dire che 4 foto foto su una... ideale per soggetti in movimento... magica! ora ci sto giocando... appena sarà finito il rullino, vedrò cosa avrò combinato e credo che ne vedrete i risultati qui sul blog o sul sito della mini...
Altra musica: mi hanno passato il disco dei Notwist... ne avevo sentito parlare... è carino... mi calza proprio a pennelo in questi giorni... tranquillo ma con una cura dei suoni interessante... ho letto paragoni ai new order.. uhm si... ma penso anche ad altro... è stato un bel regalo !
the mini editor

venerdì, febbraio 01, 2002

è passata...
parolevanno e vengono, assumono varie forme, nuovi significati... un odore che preme nelle narici, allungando le mani, in modo da sottrarre aria pulsante ad uno spazio misurato mai relativo.
procedere in una via, cambiando direzione di continuo, senza aspettarsi un segnale, andare oltre oltre oltre. e chiedersi dopo: "che ci faccio qui?". strade sconosciute, facce nuove, stati emotivi fuori controllo. senso del vuoto:"

".silenzi assordanti. buio che sanguina luce. parole non dette. spazi riempiti da altri spazi ricolmi di nulla. fruscii. è come ascoltare un foglio che piano viene strappato... una strisciolina di carta, due striscioline di carta, tre str... un insieme di striscioline di carta.
contorni indefiniti, frammenti di un unico pezzo, lingue delle stessa madre, equazioni senza incognite.
un fantoccio nell'angolo, sempre sorridente, pensa allo sguardo pensieroso del cassetto lì vicino, rimasto mezzo aperto... ricambia lo sguardo... nessun dinamismo, resta sempre pensieroso... forse suo padre era un bugiardo. ed ora lui ricorda. e dagli spigoli piovono sogni mai conclusi... svegliarsi nel mezzo della notte col sorriso sulle labbra; quando quelle stesse labbra hanno pronunciato frasi senza sorriso.
ora osserva la parete, l'intonaco poroso, la muffa verso gli spigoli, le ragnatele verso gli angoli... tutto così logico.
le etichette appese al muro, ormai ingiallite, i manifestini dei concerti del '96, arricciati ai bordi e dall'aria stanca... il tempo sbiadisce le idee che ora sembrano afflosciate... lo scheletro si è putrefatto prima della carne... lo sento ridere e prendersi gioco di tutti, ora lui è libero, perciò può permetterselo.