giovedì, febbraio 13, 2003

che strano... forse nevicherà... qui a Padova, intendo. ma l'aria sa di quella che si chiama "primavera"... un ibrido tra terra bagnata e sole sulla pelle... contemporaneamente, si avverte qualcosa di orribile. ed io provo odio senza motivo.
vi capita mai di provar fastidio solo per il fatto di essere coscienti? vorrei anestetizzarmi. la chimica non basta...
proverò la chirurgia.
a volte i disegni di Dio sembrano gli scarabocchi di un bambino... o di un pazzo... è naturale dunque, cadere nella sua spirale di follia.
forse le divinità non centrano. la follia ti trova da sola.
Mauro Corona dice spesso che il dolore ci trova sempre, ci avvolge come in un bozzolo. la felicità invece, quando ti passa accanto, bisogna afferrarla senza pensarci troppo, e senza mai distrarsi.

nè capo nè coda - mi diverte.

concludo: con una citazione da nosferatu:

...il tempo è un abisso...
profondo come lunghe
infinite notti...
i secoli vengono e vanno...
non avere la capacità d'invecchiare
...è terribile
la morte non è il peggio...
ci sono cose molto più orribili
della morte;
riesci ad immaginare?
durare attraverso i secoli...
per inventare... ogni giorno
le stesse futili cose...


good!

Nessun commento: