mercoledì, settembre 18, 2002

IPOTESI (la solitudine).

ti sei mai sentita sola?... a volte, sì... ma non intendo sola come: abbandonata o chiusa in una stanza vuota...
ti sei mai sentita sola in famiglia, fra gli amici, col ragazzo che per un pò ti ha incuriosita?... esatto... questo intendevo... sola dentro.
a me accade il contrario: dentro porto sempre qualcuno, ma sono solo nel momento in cui la sua presenza non si avverte in alcun modo.
li senti?

rumori lontani...


prodotti da chissàcosa...

ma la solitudine sfugge via quando la persona dentro te, è fisicamente presente... tutto il resto non conta...
ecco, un gran senso di completezza.
(gli strani disegni di Dio).
ci si deve ritenere fortunati a provare anche soltanto una volta nella vita questa sensazione... e rendersene conto.
...
a volte non centra l'Amore, la solitudine può essere sconfitta da un incontro casuale... per strada. e sentirsi "pieni" per il resto della giornata, della settimana.



ho mai provato queste cose? sì, almeno un paio di volte.
...te ne accorgi quando chi ti sta accanto, in quel momento, esiste soltanto perchè esisti tu... e nella sua testa null'altro esiste, almeno per un pò.

un ricordo (c'è una coppia all'interno di una stanza mansardata, c'è una giovane amicizia... da tempo lui desiderava stare un pò con lei, soli, per capire, per capire, almeno in parte, i suoi perchè...
il film è finito...
...rumore sullo schermo, poi spento.
e le mani, le mani (quelle di lei sono stupende), si cercano e si stringono.
...quel momento, quel momento, lui avrebbe voluto fermarlo, almeno il tempo necessario, per farle capire... per dirle con gli occhi, quello che le parole fanno impallidire...), completo.
ascolta...
silenzi...
...rumori lontani

rumori lontani

provengono da chissàdove.
(il rumore dei desideri).

ascolta...
il tuo respiro...
...piano.

immagina:
rumori lontani... dentro i miei occhi, nello sguardo che ti rivolgo e subito distolgo...

chiudi gli occhi.

Nessun commento: